Taxi Driver, Martin Scorsese, 1976


Taxi Driver, Martin Scorsese, 1976

Occorre un tempo straordinariamente breve per ritirarsi dal mondo. Ho viaggiato, fino ad arrivare ad una vita tutta mia. Quello che ci fa diventare come siamo è inafferrabile, và oltre il nostro sapere. Ci abbandoniamo all’amore perché ci dà un qualche senso di gioia inconoscibile. Nient’altro conta, non alla fine.

Jeremy Irons, Il danno, 1992

Somewhere, Sofia Coppola, 2010


Somewhere, Sofia Coppola, 2010

L’Italia – e non solo l’Italia del Palazzo e del potere – è un Paese ridicolo e sinistro: i suoi potenti sono delle maschere comiche, vagamente imbrattate di sangue: «contaminazioni» tra Molière e il Grand Guignol. Ma i cittadini italiani non sono da meno. Li ho visti, li ho visti in folla a Ferragosto. Erano l’immagine della frenesia più insolente. Ponevano un tale impegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di «raptus»: era difficile non considerarli spregevoli o comunque colpevolmente incoscienti.

Pier Paolo Pasolini

Wiiiilsooooooooon!

Tom Hanks, Cast Away, 2001


Burn after reading, Ethan Coen & Joel Coen, 2008


Layer Cake, Matthew Vaughn, 2004

Pochi giocatori si ricordano delle vincite, anche se sembra strano, ma ognuno ricorda con esattezza le sconfitte della propria carriera. Ed è vero. Perché ricordo a malapena come sono riuscito a metter via il mio gruzzolo, ma non riesco a dimenticare in che modo l’ho perso.

Matt Damon, Rounders, 1998